OROSCOPO
sabato 24 giugno 2017

CALCIO: SERIE A. TOTO' 200 GOL, JUVE SONTUOSA, MILAN-INTER PARI

24/11/2014 12.30

di Franco Zuccalà

MILANO (ITALPRESS) - Detto che il derby e’ finito in parita’ e non e’ stato granche’, stavolta da ricordare sono i duecento gol di Di Natale in 400 partite (mezzo a gara) che indicano come i dirigenti delle nostre grandi squadre hanno avuto, nei tempi, gli occhi foderati di prosciutto. Sì, perche’ a segnare tante reti con squadre medio-piccole, facendole diventare talvolta “grandi”, vale piu’ che farne tanti in club imbottiti di celebrita’. I gol di Toto’ hanno portato l’Udinese anche al terzo posto e in Champions, lasciando il segno. La lotta Juventus-Roma si e’ arricchita di una tappa in cui hanno vino entrambe, ma con modalita’ diverse che hanno posto alcuni interrogativi, alla vigilia delle decisive trasferte di Champions. I bianconeri all’Olimpico contro la Lazio -avversario ambizioso- hanno vinto senza correre alcun pericolo: bei gol, Tevez a quota nove gol, Pogba due reti e un palo e, al tirar delle somme, attacco piu’ forte (28 centri) e difesa piu’ forte (4 reti subite) dopo un raid di due gare con dieci realizzazioni. Adesso torneranno le dicerie: Pogba futuro pallone d’oro, andra' al Real, al Barcellona, al PSG ecc. Solita sinfonia. La Roma invece a Bergamo ha rischiato. Palo di Baselli sull’uno a zero per i nerazzurri. Anche i numeri giallorossi sono buoni e, in definitiva, i tre punti di differenza sono il frutto della contestata vittoria bianconera nello scontro diretto di Torino. Certe giocate di Ljajic e Nainggolan sono state ragguardevoli, ma l’Atalanta e’ tornata al gol e la rimaneggiata difesa romanista ha corso qualche pericolo. Quindi, ognuno e’ libero di pensare quel che crede sul confronto fra le due favorite per lo scudetto. Adesso pero’ l’importante e’ che i bianconeri vincano a Malmoe e i giallorossi a Mosca, per restare in corsa in Champions. Da censurare i comportamenti dei tifosi atalantini che nel dopo gara hanno fatto il peggio: ricominciano gli incidenti ? Il prevedibile pareggio fra le milanesi ha lasciata intatta la loro mediocre posizione di classifica. Al gol di Menez (molto bello), l’Inter ha risposto con Obi. Mancini per ora ha cambiato poco nell’Inter perche’ non ha avuto tempo: errori come ai tempi di Mazzarri. E Inzaghi non ha vinto nessuna delle ultime cinque partite. La sua squadra ha segnato un go nelle ultime tre partite: prima aveva un attacco atomico, ora anemico. L’Inter deve rinforzarsi, se vuole accampare ambizioni: Mancini non gioca piu’. Dietro le prime due, una serie di “fallimenti” sul piano dei risultati. Il Napoli si e’ fatto rimontare tre gol dal Cagliari (Farias doppietta), facendo denotare le proprie carenze in difesa. Anche quest’anno i partenopei male contro le “piccole”. Zeman ha detto che il Napoli non ha un regista e Benitez si e’ arrabbiato. Il boemo ha una squadra capace di tutto: 20 gol fatti e 20 subiti. “Calcio e’ segnare gol piu’ degli altri” ha laconicamente sentenziato. A Cesena, un brodino per i romagnoli, una delusione per la Samp. Hanno fatto tutto i difensori: Lucchini (un ex doriano) e Nica (autogol poco dopo essere entrato) e la Sampdoria ha perso l’occasione di tornare terza. Nel recupero potrebbe essere superata dai cugini rossoblù. Anche l’Udinese, nonostante il record di Di Natale, si e’ fatta rimontare da un buon Chievo. Una sola vittoria in sette partite e’ poco. Con tutti questi pareggi, e’ cambiato poco. Cosi’ la vittoria della Fiorentina a Verona (che non fa il pieno da sei gare) ha aiutato la classifica viola. Il Torino ha sbagliato il terzo rigore consecutivo (Sanchez Mino parato da Consigli), consentendo poi al Sassuolo di vincere (sesto risultato utile) e di fare un bel salto in avanti. Brutta china per i granata, contestati. Malissimo il Parma, che ha subito la decima sconfitta dall’Empoli ed e’ isolato sul fondo, con una penalizzazione in arrivo e grossi problemi in società. Nel Monday Night, il Genoa potrebbe salire al terzo posto, anche se il Palermo ha messo in difficolta’ Milan, Napoli, Inter e Sampdoria. Insomma, sara’ un lunedi’ interessante. Dovra’ applicarsi molto, il Genoa per fare barba e capelli ai rosanero: i parrucchieri saranno in vacanza.
(ITALPRESS).