OROSCOPO
domenica 24 settembre 2017
logo

UE PIÙ FORTE ALLA PROVA DEI FATTI

17 settembre 2017

Provinciali come siamo, abbiamo individuato nell’atteso discorso sullo stato dell’Unione di Jean Claude Juncker, presidente della Commissione europea, il passaggio più importante nel positivo riferimento all’Italia. Unico Paese, assieme alla Grecia, a impegnarsi concretamente e con grandi sacrifici sul fronte dell’immigrazione. Ha fatto certamente piacere questo tardivo riconoscimento, ma ha oscurato il peso politico di un intervento destinato a lasciare il segno nel processo di integrazione europea. Il 2017 ha registrato passaggi importanti di questa fase di transizione. I populismi anti europei hanno registrato sonore sconfitte in Austria, Olanda, Francia. Le vicine elezioni tedesche segneranno con il loro esito scontato...

Continua a leggere

DRAGHI E L’ARTE DELL’EQUILIBRIO

10 settembre 2017

Il bravo acrobata è quello che grazie a una perfetta preparazione, esegue il suo numero garantendo la sicurezza necessaria per compiere l'esercizio correttamente e senza correre pericoli. Mario Draghi anche giovedì ha dato prova di questa sua innata dote di equilibrio, mandando all’opinione pubblica segnali chiari e inequivocabili sulla situazione economica e sull’atteggiamento obbligato che la Banca centrale europea deve tenere per sostenere e accompagnare una ripresa ancora fragile. Nelle sue precedenti vite professionali, Draghi non ha mai esplicitato le sue capacità di comunicazione, pregio che invece in questi anni a Francoforte ha dovuto affinare e dimostrare. Questa volta, nella...

Continua a leggere

FINCANTIERI, IL "LIBERALE" MACRON NAZIONALIZZA STX

27 luglio 2017

La parola di un Governo francese non vale nulla. È questo che ci dice la decisione di Emmanuel Macron di nazionalizzare (temporaneamente, ah ah...) i cantieri navali di Saint Nazaire che nei prossimi giorni dovevano passare sotto il controllo della italiana Fincantieri che li aveva legittimamente acquistati con il beneplacito del presidente Hollande. Chi aveva battuto le mani compiaciuto, fra dichiarazioni di giubilo e squilli di fanfara, per l’ascesa al trono di Macron, adesso si ritrova scornato a protestare per lo sciovinismo transalpino che scende in vampo per difendere gli interessi nazionali e l’occupazione (?). Insomma il capo di Stato...

Continua a leggere

LA PAZIENTE TELA DI MARIO DRAGHI

21 luglio 2017

Nella sua lunga precedente attività professionale non è mai stato un disinvolto comunicatore. Attento alle parole, misurato nei giudizi, distaccato, ma sempre corretto nel rapporto con la stampa. Non che non ne avesse, ma si trattava di contatti informali, discreti, per lo più off the record. Deve essere adesso una faticaccia per Mario Draghi misurarsi plurisettimanalmente con i giornalisti, tenere una fitta serie di incontri pubblici. E così le conferenze stampa ufficiali di Francoforte, al termine della riunioni della BCE, diventano un esercizio di equilibrismo. Scrutate le sue espressioni, l’alzare delle ciglia, l’umore, la durata stessa degli incontri. Per non...

Continua a leggere

FALSA PARTENZA PER NOMINA GOVERNATORE BANKITALIA

14 luglio 2017

E’ facile parlar male delle banche in Italia. In un convegno, in un dibattito, nel corso di un intervento pubblico, appena lo si fa, si strappa uno scontato applauso con ampi segni di approvazione. La reputazione del sistema nel nostro Paese, ma ovunque è cosi, è molto bassa. Inutile stare a spiegare i motivi, molti e differenti fra loro. Forte di questo, nel suo nuovo libro l’ex Premier ha spiegato che le banche gli stanno da sempre ‘’antipatiche’’ e per rafforzare meglio il concetto ha esteso questo suo scarso feeling anche nei confronti della Banca d’Italia, un giorno tempio inviolabile...

Continua a leggere